La Spagna apre alla liquidità internazionale per il Betting Exchange

Secondo le dichiarazioni rilasciate al quotidiano Cinco Dias da Enrique Alejo, il direttore del DGOJ (ente regolatore spagnolo), la Spagna potrebbe aprire all’ipotesi di una liquidità internazionale per il Betting Exchange. Al momento, infatti, AAMS, Arjel e DGOJ  stanno lavorando per la creazione di una liquidità internazionale per quanto riguarda il poker online, ma se questo progetto dovesse realizzarsi sarebbe possibile estenderlo ad altri prodotti dell’e-gaming come le scommesse. Secondo Alejo, il mercato europeo potrebbe coinvolgere, oltre alla Spagna, anche Francia, Italia e Regno Unito (quest’ultimo paese nel medio periodo), mentre al momento non è prevista la partecipazione della Germania, che non ha ancora legalizzato il gioco online. Si tratta di una buona notizia per gli scommettitori italiani che tra poche settimane potranno iniziare a scommettere anche tramite la modalità del Betting Exchange, amatissima nel mondo anglosassone e promossa nel mondo da Betfair, il bookmaker leader del settore. Il Betting Exchange, lo ricordiamo, è una modalità di scommessa che si differenzia da quella tradizionale per via del fatto che l’utente non deve limitarsi ad accettare la quota offerta dal bookmaker, ma trova un’ampia gamma di quote tra le quali scegliere e può decidere egli stesso di offrirne una ad altri utenti, assumendo egli stesso il ruolo del bookmaker. E’ facile capire, pertanto, come un mercato aperto al numero più ampio possibile di giocatori sia essenziale, per assicurare che l’offerta di quote sia vasta e che renda facile l’incontro tra la domanda di chi vuole puntare su un evento e l’offerta della quota dell’utente che vuole bancare lo stesso evento (cioè scommettere contro di esso).

PER SCOMMETTERE ORA CON BETFAIR CLICCA QUI!

La Spagna apre alla liquidità internazionale per il Betting Exchangeultima modifica: 2012-06-15T06:53:00+02:00da sviluppoiphone
Reposta per primo quest’articolo